Dis, quand reviendras‐tu ?

Voilà combien de jours, voilà combien de nuits
Voilà combien de temps que tu es reparti
Tu m’as dit cette fois, c’est le dernier voyage
Pour nos cœurs déchirés, c’est le dernier naufrage
Au printemps, tu verras, je serai de retour
Le printemps, c’est joli pour se parler d’amour
Nous irons voir ensemble les jardins refleuris
Et déambulerons dans les rues de Paris

Dis, quand reviendras-tu
Dis, au moins le sais-tu
Que tout le temps qui passe
Ne se rattrape guère
Que tout le temps perdu
Ne se rattrape plus

Le printemps s’est enfui depuis longtemps déjà
Craquent les feuilles mortes, brûlent les feux de bois
À voir Paris si beau dans cette fin d’automne
Soudain je m’alanguis, je rêve, je frissonne
Je tangue, je chavire, et comme la rengaine
Je vais, je viens, je vire, je tourne, je me traîne
Ton image me hante, je te parle tout bas
Et j’ai le mal d’amour, et j’ai le mal de toi

Dis, quand reviendras-tu
Dis, au moins le sais-tu
Que tout le temps qui passe
Ne se rattrape guère
Que tout le temps perdu
Ne se rattrape plus

J’ai beau t’aimer encore, j’ai beau t’aimer toujours
J’ai beau n’aimer que toi, j’ai beau t’aimer d’amour
Si tu ne comprends pas qu’il te faut revenir
Je ferai de nous deux mes plus beaux souvenirs
Je reprendrai la route, le monde m’émerveille
J’irai me réchauffer à un autre soleil
Je ne suis pas de celles qui meurent de chagrin
Je n’ai pas la vertu des femmes de marins

Dis, mais quand reviendras-tu
Dis, au moins le sais-tu
Que tout le temps qui passe
Ne se rattrape guère
Que tout le temps perdu
Ne se rattrape plus

 

Fonte: Musixmatch
Compositori: Barbara
Testo di Dis, quand reviendras‐tu ? © Editions Beuscher Arpege, Soc Llenas No 1

Dimmi quando tornerai

 

Ecco da quanti giorni, ecco da quante notti

Ecco da quanto tempo sei partito

Mi dicesti: “Questa volta, è l’ultimo viaggio”

Per i nostri cuori lacerati, questo è l’ultimo naufragio

“In primavera, vedrai, sarò di ritorno

La primavera è un bel momento per scambiarsi parole d’amore

Andremo insieme ad ammirare i giardini nuovamente fioriti

E andremo a zonzo per le vie di Parigi!”

 

Dimmi, quando tornerai?

Dimmelo, almeno lo sai

Che tutto il tempo trascorso

Non si può in parte recuperare…

Che tutto il tempo perso

Non si recupera più!

 

La primavera è passata già da molto tempo ormai

Scricchiolano le foglie secche, ardono i ciocchi di legno

Nel vedere Parigi così bella agli sgoccioli dell’autunno

D’improvviso mi illanguidisco, sogno, fremo

Ondeggio, colo a picco, e come un ritornello

Vado, vengo, giro, mi rigiro, mi trascino

La tua immagine mi ossessiona, ti parlo sottovoce

E sono malata d’amore, sono malata di te

 

Dimmi, quando tornerai?

Dimmelo, almeno lo sai

Che tutto il tempo trascorso

Non si può in parte recuperare…

Che tutto il tempo perso

Non si recupera più!

 

Per quanto ci provi ad amarti ancora, ad amarti ogni giorno

Per quanto ci provi a non amare che te, ad amarti profondamente

Se non capisci che devi tornare

Farò di noi due il mio più bel ricordo

Mi rimetterò in marcia, il mondo mi affascina

Andrò a riscaldarmi ai raggi di un altro sole

Io non sono una che muore per il dispiacere

Non ho la pazienza delle mogli dei marinai.

 

Condividi dove vuoi

sostienici: clicca QUI per bonifico bancario

Bonifico Bancario

intestato a Fondazione Malagutti onlus

Causale: Comunità Minori

BPM – filiale Mantova 2 – Viale Risorgimento, 69 – 46100 Mantova

IBAN: IT 65 N 05034 11504 000000005239

SWIFT: BAPPIT21P48

Benefici fiscali

Le persone fisiche possono detrarre dall’imposta lorda il 30% dell’importo donato fino ad un massimo di Euro 30.000,00 (Articolo 83 Dlgs 117/17), o dedurre l’importo donato senza limite assoluto ma entro il 10% del reddito complessivo dichiarato.
L’importo è elevato al 35 per cento degli oneri sostenuti dal contribuente, qualora l’erogazione liberale in denaro sia a favore di organizzazioni di volontariato.

Le imprese possono dedurre l’importo donato senza limite assoluto ma entro il 10% del reddito complessivo dichiarato (senza il limite dei 70.000 euro, come precedentemente previsto). Inoltre, sempre nel limite del 10%, nel caso in cui la deduzione superi il valore del reddito complessivo dichiarato al netto di altre deduzioni, la parte di deduzione non goduta può essere riportata nelle dichiarazioni successive, fino al quarto periodo d’imposta successivo.

Condizione per la deducibilità è che tali erogazioni e contributi devono essere eseguiti tramite banca o ufficio postale ovvero mediante altri sistemi di pagamento previsti dall’articolo 23 del Decreto Leg.vo 9/7/1997, n. 214.
Le erogazioni in denaro contante non possono essere detratte.